Umidità in casa e deumidificatori

Umidità in casa e deumidificatori

In Deumidificatori, deumidificatori by TizianaLascia un commento

Problemi con umidità in casa? Un buon deumidificatore può essere di aiuto!

Quanti di voi si trovano a combattere con umidità in casa e deumidificatori che non svolgono correttamente le loro funzioni? La presenza di umidità in percentuali elevate all’interno degli ambienti può causare la formazione di condensa e di muffe dannose sia per il fabbricato che per la salute. Alti tassi di umidità danneggiano i muri facendo staccare gli intonaci. Alla lunga, possono causare danni importanti alla struttura dell’edificio. Non solo, rendono gli ambienti insalubri poiché la formazione di muffe favorisce la proliferazione di acari e batteri. Quest’ultimi possono causare allergie e problemi all’apparato respiratorio.

Umidità in casa e deumidificatori

Il panorama visto dalle finestre in cui piove condensa…! (photocredit: tuttogreen.it)

È fondamentale, dunque, ridurre i tassi di umidità presenti negli ambienti domestici. In particolare nelle stanze come il bagno e la cucina, dove c’è una maggiore concentrazione di vapore acqueo.  Le stanze non finestrate permettono di ventilare in maniera adeguata favorendo il ricambio dell’aria, come cantine o sottotetti. Può essere utile quindi l’utilizzo di un deumidificatore, un apparecchio che riesce ad eliminare l’umidità in eccesso.

A seconda del principio utilizzato per eliminare l’umidità si può scegliere tra deumidificatori essiccativi e deumidificatori refrigerativi.

Deumidificatori essiccativi

Questa tipologia di deumidificatori sfrutta un principio chimico, ovvero le proprietà essiccanti di alcuni materiali come il gel di silice. Una ventola spinge l’aria verso il materiale essiccante che assorbe l’umidità, proprio come una spugna, sottraendola all’ambiente. Questo tipo di dispositivi sono molto economici ma scarsamente performanti, risultano adatti ad ambienti o stanze molto piccole, dove non sono presenti muffe e dove ci sono basse temperature e bassi tassi di umidità relativa.

Umidità in casa e deumidificatori

ProBreeze™ Mini Deumidificatore d’aria da 500ml Compatto e Portatile. In vendita a partire da €39.99

Deumidificatori refrigerativi

I deumidificatori refrigerativi, invece, sfruttano un principio di tipo meccanico. Una ventola spinge l’aria verso una serpentina di raffreddamento che causa la condensazione del vapore acqueo. Lo trasforma in acqua che viene convogliata e raccolta in un serbatoio. Questo tipo di deumidificatore è molto performante e può risultare efficace anche in stanze molto grandi, con temperature elevate e con alti tassi di umidità. Ma è molto più costoso.

Umidità in casa e deumidificatori

Deumidificatore TTK 90 E (deumidificazione di 30litri/24h) per ambienti fino a 90 m². In vendita a partire da € 209.95

Umidità in casa e deumidificatori: come scegliere quello giusto.

La scelta tra i modelli essiccativi o refrigerativi dipende dalle esigenze personali, la grandezza degli ambienti e il budget a disposizione. Ma oltre al principio di deumidificazione, il mercato offre una vasta gamma di modelli più o meno efficienti e accessoriati. Si può scegliere tra modelli fissi o portatili. I primi sono più efficaci. Ma sono meno comodi perché non si possono
spostare da una stanza all’altra e hanno prezzi più alti. I secondi sono più economici. Possono essere spostati agevolmente e utilizzati in stanze diverse a seconda delle necessità, ma sono meno potenti.

Umidità in casa e deumidificatori: tipologie e caratteristiche

Nella scelta tra i diversi modelli disponibili bisogna tenere conto delle caratteristiche di ogni modello e degli ambienti che si vogliono deumidificare. Anche dell’umidità massima che riescono ad asportare, la regolazione automatica del grado di umidità, l’ingombro e il volume dell’ambiente.

Alcuni modelli sebbene più costosi, sono più efficienti e più sofisticati. Ad esempio sono dotati di un igrometro, ovvero un misuratore di umidità. Può tenerne sotto controllo il tasso presente nell’ambiente e mantenerlo costantemente all’interno di un range considerato ottimale, tra il 35% e il 55%. Infatti la muffa si forma quando l’umidità supera il 60%, e un tasso inferiore al 35% può ridurre il comfort nell’ambiente causando disidratazione e fastidi come secchezza oculare e irritazioni alle vie respiratorie.

Umidità in casa e deumidificatori

De’Longhi PAC AN112 Silent, Climatizzatore Portatile Pinguino.       In vendita a partire da €536.95

A proposito di comfort, è doveroso ricordare che i deumidificatori riducono solo la percentuale di umidità presente negli ambienti, ma non raffreddano. Per un livello ottimale di comfort, soprattutto in zone con temperature molto elevate, si può optare per un condizionatore che, oltre a raffreddare l’aria, deumidifica anche gli ambienti.

Se questo articolo è stato utile per risolvere il dilemma dell’ Umidità in casa e deumidificatori poco funzionali, condevidetelo!

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine SHOPPING - Mondo Shopping attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Umidità in casa e deumidificatori ultima modifica: 2016-10-21T10:22:21+00:00 da Tiziana
The following two tabs change content below.

Tiziana

29 anni, un bagaglio già ricco di esperienze, ma ancora molti, molti sogni nel cassetto! I miei compagni di viaggio? Onestà, umiltà, semplicità ma soprattutto tanta voglia di vivere e di sperimentare sempre cose nuove, sia nel mondo del lavoro che nella vita in generale!
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento